venerdì 17 luglio 2009

Tartine guacamole e pomodori/Canapes guacamole and tomatoes

Ieri sera ho preparato una cena messicana con tanto di chili con carne e tanto di guacamole… ma tanto tanto di guacamole!! Con questo ciotolone davanti pensavo a cosa fare per non buttarlo via (non butto via mai niente!!) e così mi sono venuti in mente gli stuzzichini guacamole e mozzarella del Cavoletto; però avevo un problema: ore 19.30 e niente pane at all (niente di “crostinabile” quantomeno)… argh! Siccome ormai mi ero messa in testa gli stuzzichini ho pensato di sostituire il pane con rondelle di patata bollita… il risultato mi ha soddisfatta abbastanza. Alla fine non avevano più alcuna somiglianza con quelli di Sigrid, ma insomma… non male ugualmente!

Last night I prepared a dinner with a Mexican chili con carne and a lot of guacamole ... but so much of guacamole! Tonight I was thinking about this mountain of guacamole (I hate to throw away anything!) so I reminded the appetizers of mozzarella and guacamole by Cavoletto, but I had a problem; 7.30pm and no bread at all ... argh! I thought to replace the bread with boiled potato ... I’ve been quite satisfied by the result. They didn’t look like the ones made made by Sigrid anymore, but after all they were absolutely tasty.




Per il guacamole: prendete un avocado bello maturo, sbucciatelo e mettetelo nel mixer con un pomodoro pelato e privato dei semi, mezza cipolla bianca, il succo di mezzo lime, sale e peperoncino. Mescolate bene. Dopo aver fatto bollire le patate tagliatele a rondelle e spalmatele con un po’ di crescenza, un cucchiaino di guacamole e i pomodori tagliati a dadini e conditi con olio evo e sale. Due goccine di tabasco danno il tocco finale!

For the guacamole: take a ripe avocado, remove the skin and put it in the mixer with a peeled tomato without seeds, half of white onion, juice of half a lime, salt and pepper. Mix well. Then boil the potatoes and cut into thin rounds. Spread with a little creamy cheese, a teaspoon of guacamole and the tomatoes, cut into cubes and seasoned with olive oil and salt. Two drops of tabasco give the final touch!



Questa è l’ultima ricetta dalla mia cucina prima delle vacanze: da sabato sarò in Toscana e potrò lavorare dalla cucina della n
onna! Spero di riuscire a postare anche nelle prossime settimane e spero di arricchire le mie “cronacheminime” di altre storie interessanti!

Buone vacanze a tutti, a presto!

This is the last recipe from my kitchen before holidays: starting from Saturday I’ll be in Tuscany at the seaside and I’ll work from the kitchen of my Grandma! I hope I can post in the next weeks some special dishes and to enrich my “minimalchronicles” with other interesting tales!

Happy holidays to all of you, see you soon!

mercoledì 15 luglio 2009

Fiori di zucca in pastella/Zucchini's flowers in batter



I fiori di zucca sono davvero una tentazione fortissima: in pastella poi mi fanno davvero impazzire!! Recentemente ho scoperto anche la versione ripiena che è goduriosissima!

Zucchini flowers are really a strong temptation: I adore them fried in batter! Recently I discovered that the filled version is simply heavenly!



Per la pastella: in una terrina sbattere due uova intere e aggiungere 120gr di farina setacciata, 2 cucchiai d'olio, un pizzico di sale e 1/2 bicchiere di acqua gasata molto fredda. Mescolare bene evitando i grumi.
Private i fiori del pistillo e lavateli delicatamente; asciugateli molto bene e metteteli nella pastella. Con un cucchiaio raccogliete un fiore e adagiatelo in una padella antiaderente con olio ben caldo. Mettete pochi fiori per volta altrimenti assorbono troppo olio. Quando sono dorati da entrambe le parti posateli su carta assorbente. Servite ben caldi spolverati di sale.
Per la versione ripiena: ponete dentro ogni fiore due o tre dadini di mozzarella e un'acciuga, chiudeteli ai lati e infarinate prima di passare in pastella. Procedete come sopra! Sono davvero una meraviglia :)

For the batter: in a bowl beat two whole eggs and add 120gr of sifted flour, 2 tbspoons of oil, a pinch of salt and 1/2cup of very cold sparkling water. Mix well to avoid lumps.
Remove the pistil from the flowers and wash gently; dry them very well and put in the batter. With a spoon pick a flower and put it in a non-stick frying pan with hot oil. Put a few flowers at a time or they absorb too much oil. When flowers are browned on both sides put them on absorbent paper. Serve hot and salted.
For filled version: put into each flower 2 or 3 cubes of mozzarella and one anchovy. close top and bottom and flour before put them in batter. Proceed as above! They're really a wonder :)





martedì 14 luglio 2009

Marmellata di prugne/ Plums' jam

Ecco la prima ricetta di questo nuovo blog: visto che sono di partenza e non mi pare il caso di ingolfare il frigorifero con manicaretti vari (!!) ho pensato di raccogliere un pò di prugnette sugli alberi del giardino e di farci una buona marmellata!
Here's the first recipe of this blog: as I'm leaving for holidays it's not a case to fill the fridge with delicatessen (!!); so I picked some plums on the trees of my garden and I made a sweet jam!



Per 2kg di prugne ho aggiunto quasi un chilo di zucchero e il succo di mezzo limone, ho fatto cuocere il tutto qualche ora schiumando di tanto in tanto, poi ho passato la composta con il passaverdure. Ho fatto cuocere ancora un pochino e ho versato la marmellata bollente nei barattoli, li ho capovolti e avvolti in panni di lana.

For 2kg of plums I added in 1kg of sugar and the juice of half lemon, I cooked the fruit a few hours removing the foam with a skimmer, then I passed all with a masher. I cooked a little more then I poured hot jam into jars, I turned them upside down than I wrapped them with woolen cloth.


Quando si è raffreddata ho messo i barattoli in frigorifero e la mattina dopo... beh la colazione è stata molto gustosa e i miei "mostri" hanno gradito!!!
When the jam cooled down I put the jars into the fridge and the day after... well the breakfast has been very very tasty and my "monsters" appreciated it a lot!!