lunedì 7 settembre 2009

Caponatina di Adelina/Adelina's caponata

In questo periodo la Sicilia mi segue, mi accompagna ovunque io vada, qualunque cosa io legga, cucini o ascolti... In una delle fantastiche librerie COOP ho trovato NIVURO DI SICCIA, una raccolta di ricette tratte dai libri di Camilleri, ovvero tutti "i mangiari" cari a Montalbano! E così ho deciso di seguire il trend del periodo e di parlare di Sicilia anch'io, a modo mio! Ecco dunque la ricetta della "caponatina di Adelina"!
In this period I'm literally obsessed by Sicilia; it follows me everywhere I go, everything I read, cook or listen... and I found this book, NIVURO DI SICCIA (it means "sepia" in Sicilian dialect!), a collection of the recipes drawn from the books of Andrea Camilleri: all th
e food beloved by Montalbano! So I decided to follow the trend of this period and to speak of Sicilia too, in my way! Here is the recipe of "Adelina's caponata"!




Riporto la ricetta con le mie modifiche! Per 4 persone: tagliate 2-3 melanzane medie a dadini e mettetele sotto sale dentro un colapasta per eliminare l'acqua (almeno un'ora). Nel frattempo pulite e lavate 3 gambi di sedano e tagliateli a pezzetti. Metteteli a bollire 10 minuti in acqua salata. Scolateli e metteteli da parte. Sciacquate e asciugate bene le melanzane e mettetele a friggere in una padella con olio d'oliva per 5-6 minuti circa. Toglietele con un mestolo forato e lasciatele riposare su carta da cucina. Nello stesso olio fate soffriggere una cipolla tagliata a pezzi e il sedano per 5 minuti quindi aggiungete 1 cucchiaio abbondante di capperi sotto sale (accuratamente sciacquati e scolati) e 100gr di olive verdi snocciolate tagliate a metà. Unite un bicchiere di passata di pomodoro, lasciate cuocere 5 minuti. Regolate di sale, aggiungete pepe (o peperoncino) quindi unite le melanzane. Fate cuocere dolcemente il tutto per 10-15 minuti. A questo punto mettete un cucchiaio di zucchero e due dita di aceto di vino e fate cuocere per altri 3-4 minuti. Servite tiepido o freddo.
Here is the recipe with my changes!
For 4 persons: cut 2-3 medium aubergines into cubes and put them in a colander with salt in abundance to remove veg's water (1 hour at least). In the meantime clean 4 celery stalks and cut transversely into pieces; boil it for 10 minutes in salted water than drain and let it dry.
Wash and dry well the aubergines and fry in a large pan with olive oil for about 5-6 minutes. Remove with a skimmer and let them dry on paper towels. In the same oil put a sliced onion and the celery and cook for 5 minutes then add a tbspoon of capers under salt (thoroughly rinsed) and pitted green olives cut in half. Add a glass of tomato sauce and cook for 5 minutes. Add salt and pepper (or chili) then add aubergines. Cook gently for 10-15 minutes, then add in one tbspoon of sugar and a quarter cup of vinegar and cook for 3-4 minutes more. Serve warm or cold.


8 commenti:

  1. Uff, ti avevo scritto un commento lunghissimo e me l'ha cancellato... beh, il concetto era che puoi parlare di Sicilia fino a sfinirmi, io ti leggo volentieri, in questi giorni mi è presa una gran voglia di paesaggi e sapori mediterranei...

    RispondiElimina
  2. Cette recette me tente beaucoup! j'adore l'aubergine!

    RispondiElimina
  3. eheh anche a me capita a volte!! un nervoso... chissà perchè ci piglia questa smania? sarà che io vivo sotto le montagne e mi manca un pò il mare... Buona notte :)

    Ciao dominique! si tu aime l'aubergine je te proposerai autres recette!! Bonne nuit.

    RispondiElimina
  4. ciao, questo piatto mi mette appetito.

    RispondiElimina
  5. ciao pierangela! grazie, credimi, è spettacolare :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Chiara, è la prima volta che passo di qui...o almeno credo (spero di non sbagliare) :)
    Difficilmente sono riuscita a mangiare una caponata come Dio comanda e questa sembra farne parte. Complimenti.

    RispondiElimina
  7. E' un piatto che evoca il sole della Sicilia :))
    Una poesia!

    RispondiElimina
  8. Ciao Alessandra! Mah, se è la prima volta, benvenuta! La caponata... hanno apprezzato di molto! Dovrei farla assaggiare ad un siculo verace per sentire che ne pensa!! A presto :)
    Lenny, spero di vederlo di persona prima o poi il sole della Sicilia! Per adesso mi accontento dei piatti succulenti :)

    RispondiElimina